Loading...
Perché Biosostenibile? 2018-07-23T12:15:32+00:00

Costruiamo insieme un futuro migliore.

Diventa un investitore

Sviluppo responsabile per un ambiente migliore

Lo Sviluppo Sostenibile, inteso come equilibrio tra tutela ambientale, sociale e sviluppo economico, rappresenta una delle sfide epocali che attendono la società moderna, obiettivo prioritario che deve chiamare idealmente a raccolta tutti i cittadini, indipendentemente dal loro livello sociale e culturale: da questa esigenza di coinvolgimento nasce il necessario ricorso a strumenti di grande impatto sociale, come auspicato dall’Agenda 21, il documento di principi, obiettivi, strategie e interventi atti a favorire lo sviluppo sostenibile inteso come “lo sviluppo che soddisfa i bisogni delle persone esistenti senza compromettere la capacità delle future generazioni di soddisfare i loro bisogni”.
In questo ambito Proinvest cerca di inserirsi a piccoli passi all’interno del mondo Real Estate, proponendo un’edilizia che sia in linea con i principi e gli obiettivi dichiarati dalla conferenza di Rio de Janeiro.

Il concetto di sostenibilità può essere inquadrato attraverso tre categorie principali:

Sviluppo responsabile per un ambiente migliore

 

Lo Sviluppo Sostenibile, inteso come equilibrio tra tutela ambientale, sociale e sviluppo economico, rappresenta una delle sfide epocali che attendono la società moderna, obiettivo prioritario che deve chiamare idealmente a raccolta tutti i cittadini, indipendentemente dal loro livello sociale e culturale: da questa esigenza di coinvolgimento nasce il necessario ricorso a strumenti di grande impatto sociale, come auspicato dall’Agenda 21, il documento di principi, obiettivi, strategie e interventi atti a favorire lo sviluppo sostenibile inteso come “lo sviluppo che soddisfa i bisogni delle persone esistenti senza compromettere la capacità delle future generazioni di soddisfare i loro bisogni”.
In questo ambito Proinvest cerca di inserirsi a piccoli passi all’interno del mondo Real Estate, proponendo un’edilizia che sia in linea con i principi e gli obiettivi dichiarati dalla conferenza di Rio de Janeiro.

Il concetto di sostenibilità può essere inquadrato attraverso tre categorie principali:

AMBIENTALE

ECONOMICA

SOCIALE

Queste individuano tre obiettivi fondamentali:

– arrestare il degrado ambientale,
– combattere la povertà,
– migliorare la qualità della vita e l’equità tra le attuali e le future generazioni

Al programma dell’Agenda 21, approvato nel corso della Conferenza di Rio de Janeiro del 1992, aderirono 178 governi di tutto il mondo, manifestando una chiara sensibilità volta a coniugare le tre dimensioni Ambiente, Economia e Società al fine di perseguire uno sviluppo sostenibile.

 E’ in sostanza dalla realtà locale che si deve partire, per riaffermare il valore della persona, del necessario equilibrio fra l’uomo, le altre specie e l’ambiente nella sua complessità. Dalla dimensione locale si può muovere verso il superamento degli squilibri fra fasce sociali, regioni, popolazioni, verso l’affermazione di modelli di utilizzo razionale delle risorse e di sostenibilità dei consumi, verso modelli di produttività sensibili ai processi industriali, merci e servizi eco-progettati.

All’interno di un progetto così vasto ma così importante, almeno tale lo riteniamo noi, cerchiamo di coniugare business e ricerca di un equilibrio sociale e sostenibile.

Queste individuano tre obiettivi fondamentali:

– arrestare il degrado ambientale,
– combattere la povertà,
– migliorare la qualità della vita e l’equità tra le attuali e le future generazioni

Al programma dell’Agenda 21, approvato nel corso della Conferenza di Rio de Janeiro del 1992, aderirono 178 governi di tutto il mondo, manifestando una chiara sensibilità volta a coniugare le tre dimensioni Ambiente, Economia e Società al fine di perseguire uno sviluppo sostenibile.

 E’ in sostanza dalla realtà locale che si deve partire, per riaffermare il valore della persona, del necessario equilibrio fra l’uomo, le altre specie e l’ambiente nella sua complessità. Dalla dimensione locale si può muovere verso il superamento degli squilibri fra fasce sociali, regioni, popolazioni, verso l’affermazione di modelli di utilizzo razionale delle risorse e di sostenibilità dei consumi, verso modelli di produttività sensibili ai processi industriali, merci e servizi eco-progettati.

All’interno di un progetto così vasto ma così importante, almeno tale lo riteniamo noi, cerchiamo di coniugare business e ricerca di un equilibrio sociale e sostenibile.

MATERIALI BIO

Il legno è stato considerato il materiale n. 1 in edilizia per tante ragioni:
Durabilità: Le costruzioni in legno possono avere una durabilità centenaria con il mantenimento nel tempo delle stese condizioni di sicurezza e stabilità
Risparmio Energetico: Le costruzioni portanti in legno sono considerate delle vere parti attive del pacchetto isolante avendo una elevatissima capacità di accumulo termico
Comfort e benessere abitativo: è stato dimostrato che il legno risulta confortevole già a temperature ambienti
Eco compatibilità: è il materiale sostenibile per eccellenza
Alta protezione termica: Bassa conducibilità termica, elevata inerzia termica e spiccata igroscopicità, permettono di generare un effetto positivo sulla qualità dell’aria
Protezione dal rumore: Ottime proprietà di assorbimento acustico per la sua natura fibrosa
Sicurezza in caso di incendio: le sue qualità fisico-meccaniche, anche essendo materiale combustibile, garantiscono una protezione almeno R60
Sicurezza e semplicità di impiego: Tempi di posa molto ridotti e lavorazioni a secco. La sua duttilità favorisce un’alta libertà progettuale
Protezione sismica: Massimi criteri sismici in relazione alla natura del materiale ed ai collegamenti con connettori deformabili

Il sughero è l’isolante naturale per eccellenza.
Si trova in commercio sotto forma di trucioli e pannelli. è completamente naturale, non contiene leganti artificiali; durante la cottura è la relativa resina che sciogliendosi agisce da legante.
Questi pannelli particolarmente flessibili e sottili risultano indicati per risolvere problemi di condensa e umidità e per l’isolamento termoacustico di pavimenti e pareti (in intercapedine e a cappotto).

La fibra di legno è un materiale naturale derivato da scarti di lavorazioni in segheria. I trucioli di legno provenienti direttamente da segherie, non da falegnamerie in cui il legname può essere pretrattato, non devono contenere sostanze tossiche additivate.
I pannelli in fibra di legno hanno un’eccellente capacità di isolante termico sia nel freddo invernale che nelle calde giornate estive, garantendo alla struttura isolata ottime prestazione termiche. Inoltre la fibra di legno risponde anche alle richieste di protezione acustica (sia per rumori ambientali che da calpestio).
Lana di roccia: I pannelli in lana roccia sono ottenuti dalla fusione di rocce vulcaniche (basalto, dolomite, bauxite e rocce calcaree) in forno elettrico alla temperatura di 1520°C.
Caratteristiche
Ecosostenibilità: è un materiale che rispetta l’ambiente e può essere riciclato.
Durabilità: mantiene nel tempo le sue caratteristiche ed è stabile dimensionalmente al variare di temperatura e umidità. Comfort acustico: protegge persone e ambienti dallo stress acustico, grazie alla struttura a celle aperte che assorbe l’energia sonora.
Incombustibile: La lana di roccia resiste fino a temeperature superiori ai 1000°, riducendo il rischio d’incendio e limitando l’emissione di gas tossici

Dall’evoluzione tecnologica della lana di vetro, nascono gli isolanti minerali
Un materiale naturale che raggiunge il massimo livello di prestazioni tecniche in termini di isolamento termico, acustico e protezione dal fuoco, raggiungendo elevati standard di ecosostenibilità e qualità dell’aria grazie ai nuovi leganti a base vegetale.
Isolamento termico
L’isolante minerale è la migliore soluzione per isolare sia dal caldo sia dal freddo e permette quindi di minimizzare il fabbisogno energetico dell’edificio in cui è installato: la richiesta di energia termica viene ridotta fino a dieci volte rispetto a un’abitazione standard.
Isolamento acustico
L’isolante minerale garantisce ottime prestazioni in termini di isolamento acustico: la sua struttura porosa ed elastica permette di isolare efficacemente sia dai rumori aerei sia dai rumori da calpestio.
Protezione dal fuoco
L’isolante minerale ha ottime prestazioni in termini di reazione al fuoco: è incombustibile, non alimenta il fuoco e non propaga le fiamme.
Ecosostenibilità
L’isolante minerale si prende cura dell’ambiente dall’inizio alla fine del suo ciclo di vita e contribuisce ad uno sviluppo sostenibile nel tempo. Da sempre è prodotto con il 95% di materie prime naturali e riciclate (sabbia e 80% di vetro riciclato), ed è riciclabile al 100%. Da oggi è ancora più ecosostenibile perché utilizza una resina termoindurente di nuova concezione, a base di componenti organici e vegetali.
Comfort e Benessere
L’isolante minerale garantisce qualità dell’aria e comfort abitativo. Utilizza una resina di nuova concezione che associa componenti organici e vegetali per ridurre ulteriormente le emissioni di formaldeide e VOC (composti organici e volativi), nel rispetto dei limiti più severi della normativa mondiale. La struttura dell’isolante minerale assicura inoltre al prodotto elevata traspirabilità: in questo modo si evita la creazione di condensa all’interno delle pareti e il conseguente rischio di formazione di muffe

Il legno, il cemento portland, la polvere di marmo, l’acqua: questi i componenti i pannelli legno-cemento che consentono di definirlo un isolante naturale e sostenibile
I pannelli presentano una struttura a celle aperte in cui aria legno e cemento concorrono ad assicurare il soddisfacimento di tutte le esigenze di isolamento e di durata dei manufatti edilizi.
Fibra di cellulosa: La fibra di cellulosa è ricavata dalla carta di giornale riciclata. La carta viene sminuzzata e miscelata con sali di boro in modo da rendere il materiale ignifugo e antiparassitario

Gli isolanti compositi in canapa e lana costituiscono una valida alternativa ai pannelli in poliestirene espanso e ai materassini in lana grezza

Che la vernice sia un composto inquinante è cosa nota a tutti, meno noto però è forse il fatto che i composti tossici rilasciati possono nuocere anche alla nostra salute e non solo a quella dell’ambiente. È per questo che diventa importante, nel momento in cui si decide di tinteggiare le pareti, di scegliere vernici biologiche ed ecologiche capaci di soddisfare le medesime esigenze pittoriche ma prive di emissioni non salutari e che, contribuiscono a ridurre l’inquinamento domestico
Vantaggi di acquistare pitture e vernici ecologiche:
– sono inodori
– prive di sostanze volatili nocive ed irritanti
– naturale traspirazione
– attraggono polveri sottili

Massetto naturale certificato, eco-compatibile, di pura calce naturale NHL 3.5 conforme a norma eN 459-1 e pozzolana, per la successiva posa di cotto, pietre naturali, parquet e piastrelle ceramiche, ideale nel GreenBuilding e nel Restauro Storico.
Contiene solo materie prime di origine rigorosamente naturale, a ridotte emissioni di Co2, a ventilazione naturale attiva nella diluizione degli inquinanti indoor. Riciclabile come inerte a fine vita.

Una sorta di cemento autopulente che sfrutta la luce del sole per abbattere gli inquinanti, trasformandoli in sostanze meno nocive.